spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
PAOLO COPPOLA: news PDF Stampa E-mail
Image segui le varie attività di Paolo Coppola
CLICCANDO QUI
























pubblicato il 9 maggio 2017
Intervento all’assemblea nazionale del Partito Democratico del 7 maggio 2017

Vorrei parlare di fiducia. Perché la democrazia è in crisi in tutto il mondo, e se in una democrazia rappresentativa, come è quella che abbiamo scelto e che difendiamo con la nostra Costituzione, si toglie la fiducia nei rappresentanti di conseguenza si toglie il potere al popolo. Se il popolo può esercitare il potere tramite i rappresentanti, ma non ha fiducia in loro, allora sente di non avere più potere. Ed è quello che sta succedendo.
Vorrei parlare di fiducia perché parlare di fiducia vuol dire parlare di democrazia e la questione dovrebbe essere di interesse, considerato anche il nome che abbiamo scelto per il nostro partito. (Continua clicca sul titolo) 19 ottobre 2016
HYPO BANK: GOVERNO CHIEDA SUBITO CONFRONTO CON VIENNA

Paolo Coppola, deputato PD, presenta un’interpellanza urgente sottoscritta da trenta parlamentari di vari schieramenti “Chiediamo al Governo italiano di intervenire in modo urgente e deciso nei confronti dell’Esecutivo austriaco sulla vertenza Hypo Alpe Adria Bank. Su tale situazione di crisi Vienna ha dato ripetutamente prova di disinteresse e mancanza di responsabilità sia nei confronti dei lavoratori italiani che della Regione Fvg, cui è stato impedito di partecipare agli ultimi tavoli di trattativa tra l’azienda e le parti sociali. Reputo quindi indispensabile un intervento del nostro Governo”.

Lo scrive il deputato del PD Paolo Coppola in un’interpellanza urgente al presidente del Consiglio Renzi e al ministro dell’Economia Padoan, sottoscritta da una trentina di parlamentari di vari schieramenti, tra i quali Tamara Blažina, Giorgio Brandolin, Gianna Malisani, Sandra Savino, Aris Prodani, Walter Rizzetto, Gian Luigi Gigli.

Secondo Coppola “la priorità, come manifestato in numerose occasioni dalla Regione FVG, è sempre stata evitare lo spacchettamento degli asset aziendali e la liquidazione della banca, con conseguente perdita di 280 posti di lavoro in Italia. Anche la Commissione europea ha confermato che non vi è obbligo alla liquidazione, bensì la possibilità di soluzioni di mercato volte a massimizzare il valore di ciò che rimane. E la volontà di liquidare la società italiana è solamente in capo al Governo austriaco”.Nell’interpellanza si ricorda che “nei mesi scorsi il Governo di Vienna ha provveduto alla cessione di sette sportelli locali e del pacchetto mutui alla Banca di Valsabbina, dimostrando disinteresse a soluzioni utili a impedire lo spacchettamento al fine di consentire la salvaguardia occupazionale. E che la procedura già avviata di licenziamento collettivo riguarda ad oggi 110 dei 280 dipendenti italiani della banca austriaca, di cui 50 su 186 in Friuli Venezia Giulia, 35 su 48 in Veneto, 25 su 42 in Lombardia, mentre per gli altri addetti il licenziamento è previsto tra il 2017 e il 2018”.
“Davanti a tale situazione – conclude Coppola – un’azione del Governo italiano nei confronti di quello austriaco è quanto mai necessaria, come richiesto anche delle rappresentanze sindacali, che vedono nel confronto e nella trattativa tra i due Governi l’ultima possibilità per evitare la liquidazione della controllata italiana”.





sarò presente a LESTIZZA venerdì 27 marzo 2015due appuntamenti ai quali vi invito a partecipare:

1_ a UDINE all'IT "Antonio Zanon" piazzale Cavedalis,7
sabato 21 marzo 2015 ore 8.30/16.30
**** Tablet School - Quinto meeting nazionale degli studenti sulla scuola digitale del futuro

2_ a CIVIDALE Spazio Corte4 in Corte San Francesco - lunedì 23 marzo alle ore 18,30 - leggi qui l'INVITO



27 laboratori in cui si simulano lezioni di didattica con le tecnologie per questo il Centro Studi ImparaDigitale è lieta di invitare studenti, docenti, Dirigenti Scolastici, genitori, cittadini alla quinta edizione del Tablet School la scuola del futuro che è già scuola del presente. Dopo i grandi successi delle edizioni a Bergamo, Milano ed Ancona, anche nel Friuli Venezia Giulia si parlerà di scuola del futuro. Il 21 marzo prossimo presso IT "Antonio Zanon" di Udine avrà luogo la manifestazione Tablet School, Quinto Meeting Nazionale degli Studenti, un evento inedito, innovativo e in movimento. Docenti e studenti saranno chiamati assieme a esporre le esperienze di utilizzo delle tecnologie digitali che stanno sperimentando nelle loro aule, anche attraverso un dibattito aperto. Saranno allestiti dei “laboratori” dove in sessioni dal vivo verranno simulate lezioni in cui si coniuga la didattica e le tecnologie. Nel corso della giornata sarà presentato anche il Curriculum mapping, progetto di ricerca di ImparaDigitale creato con la Fondazione Telecom Italia legato a uno strumento che permette in maniera agile e flessibile di supportare i docenti nella realizzazione di una nuova didattica per competenze. Collabora all’organizzazione il Polo Formativo FVG. Il programma della giornata è visibile al seguente indirizzo http://studenti.imparadigitale.it/programma-tablet-school-5/ Per le iscrizioni far riferimento al seguente indirizzo http://studenti.imparadigitale.it/workshop-udine/ Per informazioni e contatti scrivere a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo











23 gennaio 2015 alle ore 18,30 a Udine presso la saletta interna dell'Hotel Ramandolo in via Forni di Sotto, sarò relatore ad un incontro su "Le riforme in Parlamento: l'art.19/bis della delega fiscale" organizzato dal circolo UDINE 7 del Partito Democratico
leggi tutto l'invito

4 ottobre 2014
Paolo Coppola PRESIDENTE DEL TAVOLO PERMANENTE DELL'INNOVAZIONE E AGENDA DIGITALE

"Subito al lavoro per recuperare il gap dell’Italia” Lo annuncia lo stesso parlamentare del Pd friulano precisando che il Tavolo è stato istituito all’interno della presidenza del Consiglio dei ministri con un decreto approvato il 23 settembre. “Ringrazio il ministro Maria Anna Madia per la fiducia e mi impegno a lavorare da subito per cercare di colmare il gap che divide l’Italia dagli altri Paesi dell’Ue sul fronte della digitalizzazione del Paese che si traduce in una grande semplificazione della vita per imprese e cittadini”.Al Tavolo siederanno altri 12 esperti ai quali non spetterà alcun compenso o emolumento aggiuntivo né gettoni di presenza o indennità né rimborsi spesa. “Dobbiamo assicurarci che i numerosi progetti iniziati in questi ultimi anni –aggiunge Coppola - vengano portati a termine bene e velocemente. Penso all'anagrafe unica, che porterà risparmi e certezza del dato residenziale, alla fattura elettronica che permetterà un vero controllo sulla spesa pubblica, all'identità digitale che consentirà a tutti i cittadini di accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione in modo semplice e univoco”. L’on. Coppola, docente all’Università di Udine ed esperto informatico, ha le idee chiare e chiede la collaborazione di tutti i componenti del Tavolo e dei funzionario del ministero. “Abbiamo molto lavoro da fare e dobbiamo farlo velocemente. Ci riusciremo se saremmo capaci di remare tutti nella stessa direzione. Nella Pubblica Amministrazione ci sono tante intelligenze e competenze che intendo valorizzare perché saranno determinanti per vincere questa sfida”. Secondo l’on. Coppola occorre accelerare sul fisco digitale, con la dichiarazione precompilata, sul fascicolo sanitario elettronico, sulla scuola che deve fornire le competenze necessarie alla società della conoscenza, sulle start-up innovative. “Entro 18-24 mesi vorrei che avessimo finalmente una Pubblica Amministrazione totalmente digitale, che mette il cittadino al centro, che rivoluziona i suoi servizi online per renderli più semplici e intuitivi. La lotta alla burocrazia passa per la digitalizzazione del Paese e noi siamo pronti a portarla avanti fino in fondo”, conclude l’on. Coppola
 
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB